Homepage>Guide per le aziende>News del settore Ho.Re.Ca.>Come aprire un home restaurant? La normativa e le regole che devi conoscere per aprire un ristorante in casa
time4 minuti di lettura

Come aprire un home restaurant? La normativa e le regole che devi conoscere per aprire un ristorante in casa

Aprire un home restaurant

Indice dei contenuti

Vuoi buttarti a capofitto nel settore della ristorazione ma pensi di non essere ancora abbastanza pronto per aprire una tua attività? Allora questa guida è perfetta per te: scopri tutto quello che c’è da sapere sull’house restaurant!

Home restaurant: come funziona?

In Italia è diventato una moda solo di recente, in altri paesi esiste già da un po’. Parliamo proprio dell’home restaurant, una tipologia di attività ovviamente correlata alla ristorazione che però viene organizzata all’interno di un appartamento privato, una casa per l’appunto. Ed è da qui che prende il suo nome!

In poche parole, se pensi di essere uno chef di talento e vuoi iniziare a esercitare da principiante e senza esperienza alle spalle, grazie all’home restaurant potrai esaudire il tuo desiderio svolgendo l’attività di ristorazione direttamente in casa tua. Non si tratta certo di un vero e proprio ristorante, ma i vantaggi possono essere considerevoli. Pronto a scoprire alcuni dei più rilevanti?

  • Non dovrai sostenere le classiche spese che gravitano intorno ad un locale commerciale (come ad esempio l’affitto, l’illuminazione, i fornitori, il personale, gli eventuali imprevisti ecc);
  • Potrai godere di un elevato livello di autonomia per ogni aspetto organizzativo, il numero di clienti che potrai ospitare, la definizione del menù, lo stile comunicativo e tanto altro;
  • Riuscirai a maturare esperienza nel settore coltivando la tua passione e - chissà - un giorno questa favolosa avventura potrebbe tornarti utile per una nuova opportunità professionale;
  • Avrai modo di arrotondare le tue entrate mensili, sfruttando l’occasione per divertirti e imparare ogni giorno cose nuove continuando comunque a beneficiarne in termini economici.

Ma come funziona, in pratica, e come attirare clienti in un ristorante in casa? In questa direzione subentreranno a tuo supporto i social network: d’altronde, come pubblicizzare un ristorante gratis se non grazie all’utilizzo di queste piattaforme? Ed è proprio sui principali canali - ad esempio Instagram e Facebook - che solitamente vengono sponsorizzate queste attività. È sufficiente iniziare a pubblicare foto e video delle tavolate da te organizzate - magari grazie alla presenza di qualche cliente abituale mentre mangia un tuo fantastico piatto - affinché si sparga la voce. Internet è davvero un alleato importante: pensa che potrai addirittura pubblicare il tuo annuncio su siti come Home Restaurant Hotel!

La normativa italiana per aprire un ristorante in casa

Nel 2017, a seguito di numerosi sforzi e richieste di una normativa fiscale per poter aprire un home restaurant e renderla attività disciplinata sotto tutti gli aspetti, il Senato della Repubblica approvò il disegno di legge n.2647. Tuttavia - dopo appena pochi mesi - l’Antitrust ne bocciò la proposta e da allora niente si è più evoluto. Il DDL rimane ancora oggi lì, in Senato, in attesa di essere rivisto ed eventualmente modificato.

Nonostante quindi non ci sia ancora una normativa chiara e precisa in materia, sarà possibile comunque esercitare facendo riferimento alle disposizioni già esistenti relative a chi si occupa di somministrazioni di alimenti e bevande. Parliamo dell’articolo 64 del D.Lgs 59/2010 che impone a chi decide di aprire un’attività di home restaurant di:

  • Possedere i requisiti di onorabilità e professionalità indicati nell'art. 71 del D. Lgs. 59/2101;
  • Aver frequentato corsi professionalizzanti o aver esercitato nel settore alimentare per almeno 2 anni nei 5 anni precedenti;
  • Essere in possesso di un diploma di scuola superiore - o diploma triennale di un istituto professionale attinente - oppure di una laurea triennale.

Come aprire un home restaurant: l'iter necessario

Cosa serve per aprire un ristorante lo abbiamo visto, ma cosa cambia in questo caso e quali sono gli step da affrontare? Dopo aver constatato di possedere i requisiti elencati nel precedente paragrafo, per aprire un home restaurant dovrai presentare la SCIA - ovvero la segnalazione di inizio attività - al comune di tua competenza insieme alla notifica sanitaria da parte dell’ASL.

Come per qualsiasi altra categoria di attività, dovrai assicurarti di poter garantire le norme igienico-sanitarie, edilizie e di sicurezza nel luogo dove eserciterai, per questo dovrai preoccuparti di mettere a norma i locali. Anche perché potrebbero capitare controlli frequenti da parte delle autorità, e dopo tanta fatica non vale la pena farsi trovare impreparati!

Infine, non per importanza, sarà indispensabile conseguire il tanto citato attestato HACCP che ti permetterà di essere un vero esperto a 360°. Questo ovviamente nel caso tu non lo disponga già!

Abbiamo esplorato i dettagli dell’home restaurant sperando di essere stati esaustivi e averti fornito tutte le informazioni di tuo interesse, ma in realtà è molto di più quello che possiamo fare per te! Scopri i nostri servizi di staff leasing e ricerca del personale: oggi aprirai il tuo home restaurant ma un giorno - magari non molto lontano - potresti aver bisogno di talenti da inserire nel tuo fantastico ristorante!

Ti è piaciuta la guida? Condividila!

Potrebbe interessarti...

Quali saranno le fiere della ristorazione di cui sentiremo parlare maggiormente nel 2022? Abbiamo raccolto alcuni eventi da non perdere nella nostra guida, per orientarsi tra le tante manifestazioni enogastronomiche!
Leggi guida
Rapido, immediato, smart, pronto al consumo. Quel genere di pasto che si consuma in pausa pranzo o quando si ha poco tempo: andiamo alla scoperta di tutti i segreti della ristorazione veloce!
Leggi guida
Un'attività del settore della ristorazione che rispetta l'ambiente e i principi della sostenibilità: scopri in questo articolo come avviare un ristorante a km 0!
Leggi guida