Homepage>Blog>Percorsi & Carriera>Cosa fa il commis di cucina: chi è e quanto guadagna?
time4 minuti di lettura

Cosa fa il commis di cucina: chi è e quanto guadagna?

Cosa fa il commis di cucina e quanto guadagna?

Indice dei contenuti

Cosa fa il commis di cucina? Una domanda inflazionata, che però nasconde un’altra questione, addirittura più rilevante. Chi è il commis di cucina? Visto che su questo professionista sembra aleggiare una coltre di mistero, sveliamo quanti più dettagli possibili sulle sue mansioni, competenze e sul mercato del lavoro inerente a lui!

Il commis di cucina può apparire come una figura defilata, lontana dai riflettori. Ma il suo ruolo è fondamentale, chiedere al resto della brigata per ottenere una conferma! Lo troviamo inserito in cucina, gomito a gomito con executive chef, cuochi e capopartita. Cosa fa, nello specifico? Corre, da una postazione all’altra, da un fornello all’altro, offrendo supporto e mettendo le proprie competenze a disposizione!

Le mansioni del commis di cucina nella brigata

Non possiamo stilare un elenco di mansioni che risulti essere universalmente valido per tutti i commis di cucina del mondo. Ma tra i compiti più diffusi c’è sicuramente la realizzazione dei piatti, con particolare attenzione alle verdure, alle salse, alla porzionatura e all’impiattamento. Non dimentichiamo il controllo della qualità e i controlli periodici delle scorte di magazzino, entrambi di responsabilità del commis!

Spesso è il riferimento per l’utilizzo di macchinari specifici, e difficilmente lo troverete impreparato sulle tecniche migliori e più strategiche di conservazione degli alimenti!

Le competenze trasversali del commis di cucina

Come fa a fare tutte queste cose? Possiede una solida conoscenza del funzionamento della cucina, delle procedure standard e di quelle operative, delle norme di sicurezza e di igiene.

Quali soft skill occorrono per svolgere questo lavoro al meglio? Ogni essere umano è unico, proprio come ogni brigata. All’interno di ogni cucina si creano dinamiche relazionali ed emotive diverse, dunque non esiste un candidato ideale alla posizione di commis: questo è un valido motivo per coinvolgere i membri della brigata nei processi di selezione!

Possiamo però sostenere che alcune competenze trasversali aiutano, in un lavoro frenetico come quello del commis; in particolare, ci riferiamo a queste skill:

  • Orientamento al risultato e al cliente
  • Time management
  • Lavoro di squadra
  • Resilienza, flessibilità e gestione dello stress
  • Spirito d’iniziativa e intraprendenza
  • Problem solving e pensiero laterale
  • Creatività e fantasia
  • Doti di comunicazione, relazione ed empatia

Non occorre necessariamente possederle tutte: se dall’altra parte dello schermo c’è un commis di cucina, vogliamo dirgli che questi sono semplicemente - per lui che già svolge questo lavoro - spunti su cui riflettere, non rigide prescrizioni!

A proposito del percorso professionale: come diventare commis di cucina?

Bella domanda! Dopo aver risposto a “che cosa significa commis di cucina”, giustamente vorreste sapere come diventarlo. Non c’è un percorso specifico o migliore di altri, serve solo tanta voglia di mettersi in gioco, intraprendenza e passione per la cucina!

Possiamo dire che molte persone impiegate come commis di cucina provengono dalla scuola alberghiera, talvolta dal triennio. Essendo una professione assimilabile all’aiuto cuoco, moltissime cose si imparano lavorando!

Esistono poi - e non sono in pochi a sceglierli - alcuni percorsi specifici e specializzanti rivolti proprio a chi intende diventare un professionista del settore! Possono essere promossi da enti pubblici, privati o territoriali e forniscono una spinta sostanziosa alla carriera!

Mercato del lavoro: quanto guadagna un commis di cucina?

Quanto guadagna? Quale livello ha un commis di cucina, in materia di CCNL? Cosa significa in un contratto di lavoro “commis di cucina”? Abbiamo notato che occorra fare un po’ di chiarezza e noi siamo qui per questo!

Il commis di cucina ha uno stipendio medio mensile di 1.000 €, ricavato da una forbice che ha come estremi 800 € e 1.200 €; ci teniamo però a ricordare che il CCNL più utilizzato nell’ambito ristorativo, ovvero quello dei Pubblici Esercizi e del Turismo, prevede le mensilità aggiuntive di tredicesima e quattordicesima.

Per quanto concerne l’inquadramento contrattuale, i livelli che vanno per la maggiore sono il quinto e il sesto. Se il colloquio che avete sostenuto era per la posizione di aiuto cuoco e sul contratto leggete commis… Sappiate che sono considerati praticamente sinonimi, ma vale la pena approfondire la questione con il datore di lavoro.

Abbiamo risposto alle vostre domande? Speriamo di sì, perché il commis di cucina è una professione su cui spesso sono le informazioni di base a mancare. Se ti sei ritrovato in questo articolo, candidati all'annuncio di lavoro nella provincia che ti interessa, perfetto per le tue esigenze e la tua esperienza: noi non vediamo l’ora di conoscerti!

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo!

Ci sono un sacco di nuove offerte di lavoro che ti stanno aspettando!

Email
Password
?La password deve avere almeno 8 caratteri
CAP in cui vivi
?Te lo chiediamo per mostrarti i lavori più vicini a te

Potrebbe interessarti...

Se hai mangiato al ristorante utilizzando stoviglie pulite, è merito del lavapiatti. Una figura fondamentale nella brigata di cucina, che - anche se non si vede - contribuisce in modo significativo allo svolgimento delle attività.

Se le cucine d

Leggi articolo

Stai cercando un lavoro e l’idea di trovarlo nel mondo HoReCa non ti dispiacerebbe? Se nello specifico ti interessa la brigata di sala, vogliamo approfondire alcune questioni che fanno riferimento alla professione di [cameriere e alle sue mansioni](h

Leggi articolo

I riflettori sono sempre stati puntati sulla cucina, in Italia: mai, però, come negli ultimi anni. Vantiamo una cucina millenaria fatta di sapori, materie prime, ricette e tradizioni, dove il cibo non è soltanto un modo per nutrirsi, ma una vera

Leggi articolo