time4 minuti di lettura

Cosa fa il sushiman?

Cosa fa il sushiman?

Indice dei contenuti

C’è un fascino sottile in tutto ciò che proviene da Oriente. Una tradizione millenaria che si accompagna ad un utilizzo sapiente della tecnologia, sapori antichi e rivisitazioni contemporanee, rivisitazioni e nuovi format fusion.

La passione occidentale per il Giappone non è certo una novità: nella seconda metà del 1800 influenzava in modo significativo la pittura francese e - anche se con alti e bassi - il fascino per l’oriente nipponico non è mai sparito.

Ma senza andare troppo a ritroso con la memoria, citiamo un altro anno significativo per il viaggio dei prodotti giapponesi in Italia: era il 1977, e Poporoya spalancava le sue porte ai milanesi. Un giovane Hirazawa Minoru, che forse alcuni di voi conoscono con il nome “Shiro” inaugurava il primo ristorante giapponese in Italia, destinato a porre una pietra miliare nella storia della ristorazione etnica a Milano.

Ma non vogliamo scrivere un trattato, piuttosto vogliamo fornire qualche consiglio utile a chi sogna una carriera come sushiman. Un mestiere che fonde moltissimi elementi affascinanti tra le sue pratiche, in grado di regalare enormi soddisfazioni!

Un piatto venuto dall’Oriente

Il sushi è nati dall’esigenza di conservare il pesce in modo che preservasse le proprie qualità il più a lungo possibile. Si tratta di una preparazione a base di riso ed alga, che racchiude una significativa varietà di pesce, accompagnato da pesce e vegetali di vario genere.

Il riso per sushi è quello glutinoso, perfetto per avvolgere il pesce crudo. I nomi di piatti giapponesi - per chi non parla la lingua (e sappiamo che a non parlare fluentemente giapponese sia la stragrande maggioranza dei nostri lettori) - sono piuttosto complessi ed è facile confondersi. Se ti sei sempre chiesto cos’è il sashimi o i nomi dei tipi di sushi diversi… Continua a leggere, ti illustreremo le nomenclature dei più comuni!

  • Sashimi: pesce crudo tagliato a fette sottili;
  • Uramaki: alga interna e riso esterno, con pesce e vegetali;
  • Temaki: cono di alga, contenente riso, pesce e vegetali;
  • Hossomaki: alga esterna, riso, e un solo condimento tra pesce e vegetali;
  • Futomaki: come l’hossomaki, ma più grande e con due condimenti;
  • Nigiri: il riso è adagiato sul piatto e ha il pesce sopra di esso;
  • Gunkan: polpetta di riso, con il condimento adagiato sopra e ai lati e l’alga nori a compattare il tutto.

Diventare sushiman: se hai la passione, buttati!

Ti accarezza l’idea di un corso professionalizzante per diventare sushi man? Buttati, le opportunità di lavoro non mancheranno! Il percorso più canonico è senza dubbio rappresentato dal diploma di scuola alberghiera, cui si aggiunge un periodo di pratica in un ristorante specializzato e/o un viaggio dove questo amatissimo piatto è stato inventato!

Se vuoi perfezionare le tue skill, sappi che ci sono corsi certificati per diventare sushiman, dove oltre a preparare sushi imparerai moltissimo; allo stesso modo, in Italia ci sono masterclass di specializzazione e corsi promossi da enti privati e territoriali che permettono di acquisire tecnica e conoscenze!

Un cuoco di sushi, al giorno d’oggi, sa solo cos’è il sushi e le tecniche di preparazione sushi o sashimi o spazia anche nell’ambito asian fusion? Sicuramente i ristoranti che propongono contaminazioni tra cucine diverse (una combinazione riuscitissima è quella nippo-brasiliana) piacciono molto, ma dipende da te e da dove vuoi inserirti!

Dove lavora il sushiman? Non solo ristoranti giapponesi!

Sushi bar, nippo corner all’interno di ristoranti che propongono altro oltre alla cucina giapponese, ristoranti internazionali, ristoranti etnici, ristoranti fusion, hotel di lusso, catering ed eventi… I sushi chef hanno solo l’imbarazzo della scelta!

Ma è così facile? No, perché dovete essere bravi. Farsi un nome e una reputazione con una cucina che non è quella del paese di provenienza non è assolutamente semplice: ma neanche impossibile, questo è da dire!

A questi si aggiunge che stanno nascendo nuovi format della ristorazione, quindi chissà quali nuovi trend riserverà il futuro!

Le skill del sushi chef

  • Abilità pratiche: per maneggiare coltelli e ingredienti particolari, come il pesce crudo!
  • Senso estetico: nella preparazione del sushi l’occhio vuole la sua parte;
  • Intraprendenza, creatività, resilienza e tanta voglia di fare!
  • Doti di resistenza fisica: non solo per cucinare, ma anche perché spesso la preparazione del sushi richiede scenografia e trascorrere molte ore in piedi a cucinare di fronte ai clienti.

Una professione davvero entusiasmante, questo è fuori discussione! Se cosa fa il sushi chef ormai lo sai… Perché non cerchi il tuo prossimo lavoro come sushiman? Scopri le province con posizioni aperte nel settore Ho.Re.Ca. a cui candidarti. Non vediamo l’ora di lasciarci stupire da te!

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo!

Ci sono un sacco di nuove offerte di lavoro che ti stanno aspettando!

Email
Password
?La password deve avere almeno 8 caratteri
CAP in cui vivi
?Te lo chiediamo per mostrarti i lavori più vicini a te

Potrebbe interessarti...

Stai valutando se intraprendere una carriera nella ristorazione, oppure ti chiedi concretamente come lavorare in un ristorante in Italia? Il nostro obiettivo è proporre una riflessione su questo argomento, un po’ di orientamento e qualche informazion

Leggi articolo

Occorrono innate doti relazionali, abilità di comunicazione, garbo e puntualità. Gradita anche la conoscenza delle lingue, soprattutto se desideri inserirti in un contesto internazionale e strutturato.

Ma cosa fa la hostess di sala, dove la

Leggi articolo

Cosa fa il commis di cucina? Una domanda inflazionata, che però nasconde un’altra questione, addirittura più rilevante. Chi è il commis di cucina? Visto che su questo professionista sembra aleggiare una coltre di mistero, sveliamo quanti più dett

Leggi articolo