Homepage>Blog>Percorsi & Carriera>Chef di partita: chi è mansioni svolge il capo partita in cucina?
time4 minuti di lettura

Chef di partita: chi è mansioni svolge il capo partita in cucina?

Chef di partita

Indice dei contenuti

Hai intenzione di lavorare nella ristorazione come chef di partita, ma non hai ancora capito come fare? Ci pensiamo noi a raccontarti tutti i dettagli di questa figura professionale, tu non devi far altro che continuare a leggere!

Chef di partita: chi è il cuoco capo partita

Chef de partie, demi chef, chef di partita o cuoco capo partita… Questo professionista può essere chiamato davvero con una pluralità di titoli, tanti quanti sono le sue responsabilità!
A prescindere da come ci si rivolga a lui, il cuoco capo partita è un professionista del settore della ristorazione letteralmente responsabile delle partite. E no, non quelle di calcio ovviamente! Con il termine “partita” si intende una categoria (o un settore) a cui appartengono le diverse pietanze. Ad oggi le principali sono quelle relative alla carne ed il pesce, le verdure, prodotti di panetteria/pasticceria, piatti freddi e salse.

Per ciascuna di queste categorie è associato uno chef di partita specializzato proprio in questi alimenti a cui poi faranno riferimento diversi ruoli in cucina, come ad esempio il commis e il sous chef, che lo sosterranno nella preparazione delle pietanze! Questo significa che, soprattutto per i ristoranti di grandi dimensioni che hanno una proposta culinaria particolarmente variegata, è senza dubbio possibile ritrovare all’interno della brigata di cucina più cuochi capo partita che lavorano per un unico obiettivo: garantire un servizio impeccabile. Anche in questo caso è fondamentale che la gerarchia di sala e cucina sia rispettata in modo da rendere le brigate coese. Il fatto che ognuno di loro sia specializzato proprio in una partita ben distinta, consente che ogni squadra lavori in maniera coesa e dedicata, a prescindere dal piatto che si sta preparando. Ma il dubbio a questo punto sorge lecito: di cosa si occupa, nello specifico, lo chef di partita? Continua a leggere!

Competenze e mansioni dello chef de partie

Se desideri diventare chef de partie è chiaro che tu debba conoscere nel dettaglio quelle che sono le sue principali responsabilità. E noi siamo qui, pronti a soddisfare ogni tua curiosità! Abbiamo visto nel precedente paragrafo che per ogni tipologia di alimento, la cosiddetta partita, corrisponde uno chef de partie specializzato. Questo significa che, sulla base di quella che è la partita specifica, le competenze e le mansioni del cuoco capo partita saranno ovviamente correlate al prodotto o alla materia prima. Ad esempio, lo chef di partita addetto alla preparazione del pesce dovrà essere esperto di sfilettatura e pulitura, così come quello addetto alla carne dovrà conoscere le differenze tra i vari tagli e cotture, e così via…

Ovviamente, il perfetto cuoco capo partita dovrebbe essere competente nelle diverse categorie, soprattutto se desidera crescere professionalmente nel settore. A prescindere dalle sue conoscenze in ambito culinario (che in questo senso possiamo definire delle vere e proprie hard skills) lo chef de partie è una risorsa preziosa soprattutto per le sue qualità in materia di organizzazione del lavoro e supervisione degli standard di qualità. Dovendo coordinare i membri della cucina addetti alle diverse partite, non potrebbe che essere altrimenti!

Se poi sul suo curriculum vitae sono presenti corsi di formazione e specializzazione ed esperienze pregresse, tanto meglio! Si tratta di una figura che può trovare opportunità di impiego un po’ dappertutto: ristoranti, lussuosi alberghi, navi da crociera e in tanti altri esercizi di ristorazione dove sono presenti ampie brigate di cucina che non vede l’ora di coordinare!

Stipendio medio del capo partita in cucina

Quanto guadagna uno chef de partie? All’incirca la sua retribuzione è molto simile a quella del maitre di sala: il suo stipendio può partire dai 1500€ al mese fino ad arrivare, nel caso di professionisti del settore che operano in grandi contesti della ristorazione, ai 2000€ netti!

A giocare quindi un importante ruolo in questa direzione non solo l’esperienza acquisita negli anni svolgendo la professione, ma soprattutto la realtà per cui presta servizio. Il settore della ristorazione in Italia, purtroppo è risaputo, è particolarmente competitivo e spesso non valorizza a dovere i suoi professionisti. C’è da dire comunque che la figura del cuoco capo partita rimane una delle più retribuite e offre numerose opportunità di crescita professionale!

Sappiamo che non vedi l’ora di trovare l’impiego perfetto per te: non ti resta che consultare le nostre offerte di lavoro per provincia e candidarti. Scommettiamo che sei un vero talento, per questo non vediamo l’ora di conoscerti!

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo!

Ci sono un sacco di nuove offerte di lavoro che ti stanno aspettando!

Email
Password
?La password deve avere almeno 8 caratteri
CAP in cui vivi
?Te lo chiediamo per mostrarti i lavori più vicini a te

Potrebbe interessarti...

Perennemente in movimento, instancabile e in grado di resistere ore in piede. Ma cosa fa davvero un cameriere? Quali sono le sue mansioni? Ne parliamo in questo nuovo articolo di Camerieri.it!

Leggi articolo

Ogni chef che si rispetti ha iniziato la sua carriera dal basso, proprio ricoprendo il ruolo di aiuto cuoco. Pronto/a a scoprire i dettagli su questa professione?

Leggi articolo

Come si diventa pizzaiolo? Quali percorsi e quali scuole, quanto è importante la pratica e quanto la teoria? Con questo articolo proveremo a rispondere a tutte le domande che ci vengono frequentemente poste sull’argomento.

Leggi articolo